Ancisa t'hai per non perder Lavina; | or m'hai perduta! Io son essa che lutto, | madre, a la tua pria ch'a l'altrui ruina».   •   Purgatorio, Canto 17, Verso 37

© 2009-2014   •   Divina Commedia