Se tu se' sì accorto come suoli, | non vedi tu ch'e' digrignan li denti, | e con le ciglia ne minaccian duoli?».   •   Inferno, Canto 21, Verso 132

© 2009-2014   •   Divina Commedia