e io, cui nova sete ancor frugava,
di fuor tacea, e dentro dicea: "Forse
lo troppo dimandar ch'io fo li grava".

Purgatorio, Canto 18, Verso 5

| nova | sete | ancor | frugava | fuor | tacea | dentro | dicea | forse | troppo | dimandar | grava |


e caddi come l'uom cui sonno piglia. | Ruppemi l'alto sonno ne la testa | un greve truono, sì ch'io mi riscossi   •   Inferno, Canto 3, Verso 136

© 2009-2014   •   Divina Commedia