Lo maggior corno de la fiamma antica
cominciò a crollarsi mormorando
pur come quella cui vento affatica;

Inferno, Canto 26, Verso 87

| maggior | corno | fiamma | antica | cominciò | crollarsi | mormorando | come | quella | vento | affatica |


Gianni de' Soldanier credo che sia | più là con Ganellone e Tebaldello, | ch'aprì Faenza quando si dormia».   •   Inferno, Canto 32, Verso 123

© 2009-2014   •   Divina Commedia