Io vidi intrar le braccia per l'ascelle,
e i due piè de la fiera, ch'eran corti,
tanto allungar quanto accorciavan quelle.

Inferno, Canto 25, Verso 114

| vidi | intrar | braccia | ascelle | fiera | eran | corti | tanto | allungar | quanto | accorciavan | quelle |


Come la navicella esce di loco | in dietro in dietro, sì quindi si tolse; | e poi ch'al tutto si sentì a gioco,   •   Inferno, Canto 17, Verso 100

© 2009-2014   •   Divina Commedia