«guarda com'entri e di cui tu ti fide;
non t'inganni l'ampiezza de l'intrare!».
E 'l duca mio a lui: «Perché pur gride?

Inferno, Canto 5, Verso 20

| guarda | entri | fide | inganni | ampiezza | intrare | duca | perché | gride |


li cittadin de la città partita; | s'alcun v'è giusto; e dimmi la cagione | per che l'ha tanta discordia assalita».   •   Inferno, Canto 6, Verso 62

© 2009-2014   •   Divina Commedia